Primo contatto

Audi RS 3 Sportback: la super compatta

di Marco Coletto -

Abbiamo guidato la nuova Audi RS 3 Sportback: la variante più cattiva della quarta generazione della A3 è una compatta esagerata (400 CV) perfetta per chi vuole divertirsi davvero alla guida

La nuova Audi RS 3 Sportback – variante più cattiva della quarta generazione della A3 – è una compatta sportivissima a trazione integrale sviluppata sullo stesso pianale della Volkswagen Golf. Una “segmento C” esagerata già ordinabile: per vederla in concessionaria bisognerà invece attendere gennaio 2022.

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare su strada l’Audi RS 3 Sportback: scopriamo insieme i suoi (molti) pregi e i suoi (pochi) difetti.

Nuova Audi RS 3 Sportback: come va il motore 2.5

Il motore 2.5 turbo benzina TFSI a cinque cilindri in linea è l’ultima evoluzione del propulsore che si è aggiudicato le ultime nove edizioni del prestigioso riconoscimento “International Engine of the Year” nella categoria da 2 a 2,5 litri. Un propulsore che ha mantenuto la stessa potenza – 400 CV – della “vecchia” RS 3 rendendola però disponibile da 5.600 giri anziché da 5.850 e che offre 20 Nm in più (ora sono 500) rispetto a prima.

La spinta inizia a diventare brutale intorno ai 2.000 giri e le prestazioni sono da supercar: 3,8 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari e una velocità massima – autolimitata – di 250 km/h che può essere aumentata a 280 (pagando 1.820 euro) o addirittura a 290 optando per il pacchetto RS dynamic Plus (7.850 euro, presente sulla vettura in prova), che comprende anche le sospensioni sportive RS plus con Dynamic Chassis Control e Audi drive select e l’impianto frenante in carbo-ceramica RS.

Capitolo sound: l’Audi RS 3 Sportback è “garbata” nell’uso normale e acusticamente coinvolgente quando si pigia più a fondo sul pedale dell’acceleratore. Selezionando le modalità di guida dynamic, RS Performance e RS Torque Rear le valvole si aprono con ampio anticipo e chi vuole il massimo può attingere al ricchissimo listino degli optional e acquistare lo scarico sportivo RS (1.120 euro). Per quanto riguarda i consumi la Casa tedesca dichiara percorrenze comprese tra 10,5 e 11,1 km/l: guidando in modo allegro siamo riusciti a superare quota 9.

title

Audi RS 3 Sportback: come si guida

Prestazioni da supercar gestibili da (quasi) tutti: le due precedenti serie dell’Audi RS 3 Sportback adottavano questa filosofia. Ora la situazione è leggermente diversa. Nell’uso normale e sportivo la compatta di Ingolstadt si conferma una “segmento C” divertente e sicura che mostra le cose migliori nel misto veloce, ben supportata dalla trazione integrale, da una taratura degli ammortizzatori mai fastidiosa che garantisce un sorprendente livello di comfort nei lunghi viaggi, da uno sterzo preciso, da un cambio automatico S tronic (doppia frizione) a 7 rapporti fluido nei passaggi marcia e da un impianto frenante potente in ogni situazione. Senza dimenticare il grado aggiuntivo di camber – campanatura negativa – all’avantreno e il mezzo grado al retrotreno rispetto all’antenata.

Il sistema Audi drive select – che influisce sulla risposta dello sterzo, del cambio, delle sospensioni adattive, dell’erogazione e sull’apertura delle valvole allo scarico permette di scegliere tra sette modalità di guida: in auto abbiamo una ripartizione bilanciata della coppia, in comfort ed efficiency la trazione viene distribuita sulle quattro ruote con priorità all’assale anteriore e in dynamic la maggior parte della spinta viene indirizzata al retrotreno. La configurazione RS Individual permette di combinare differenti impostazioni mentre la RS Performance è sviluppata per offrire le massime prestazioni in pista (specialmente se in abbinamento agli pneumatici semi-slick Pirelli P Zero Trofeo R, disponibili a richiesta come primo equipaggiamento dal 2022).

La novità – rivolta ai guidatori esperti che amano divertirsi – si chiama RS torque splitter, traducibile in “ora si possono fare i traversi”: entrando più nel tecnico stiamo parlando di una modalità (già presente sull’unica vera rivale: la Mercedes A 45S AMG) che favorisce i drift controllati gestita da due frizioni elettroidrauliche a lamelle, una per ciascun semiasse posteriore.

In curva il sistema ripartisce la coppia tra le ruote dietro incrementando la spinta su quella con maggiore aderenza (quella esterna alla traiettoria, per intenderci) favorendo il sovrasterzo mentre in rettilineo la coppia viene indirizzata a entrambe in egual misura.

title

Audi RS 3 Sportback: fuori e dentro

Parliamo ora di design: nel frontale della nuova Audi RS 3 Sportback spiccano il paraurti sportivo RS, il single frame con griglia a nido d’ape e le voluminose prese d’aria, nel profilo troviamo le feritoie per il deflusso dell’aria alle spalle dei passaruota anteriori, le minigonne ridisegnate e impreziosite da inserti neri e i cerchi in lega da 19″ a 10 razze a Y mentre nella coda segnaliamo il paraurti posteriore RS e lo scarico RS con due terminali ovali. Tra gli optional consigliamo i proiettori a LED Audi Matrix con gruppi ottici posteriori a LED e lavafari (850 euro) che prevedono una particolare scenografia – una bandierina a scacchi in corrispondenza del lato sinistro e la scritta RS 3 lato guida – per le funzioni Coming home & Leaving home e i cerchi a 5 razze a Y (850 euro) presenti sull’esemplare protagonista del nostro primo contatto.

Per quanto riguarda gli interni il cruscotto Audi virtual cockpit plus da 12,3″ è corredato di un indicatore che suggerisce al guidatore il passaggio alla marcia superiore in prossimità dell’intervento del limitatore e informazioni relative all’erogazione della potenza e della coppia, alla pressione degli pneumatici (il monitoraggio di ogni singola ruota è optional: 250 euro), ai tempi sul giro e ai valori massimi di accelerazione laterale. Il display centrale touch da 10,1″ integra invece la schermata RS che consente di tenere sotto controllo la temperatura del liquido di raffreddamento, dell’olio motore e del cambio oltre alle forze G.

L’abitacolo – abbastanza spazioso – è impreziosito da sedili anteriori sportivi RS con poggiatesta integrati, punzonatura RS e cuciture a contrasto in antracite e può essere arricchito con inserti in carbonio Atlas opaco (970 euro). Migliorabile – invece – la capienza del bagagliaio, unico vero difetto dell’Audi RS 3 Sportback: 282 litri che diventano 1.104 quando si abbattono i sedili posteriori.

Un vano che soddisfa solo le esigenze di una coppia.

title

Audi RS 3 Sportback: prezzo e dotazione di serie

L’Audi RS 3 Sportback protagonista del nostro primo contatto costa 61.700 euro e ha una dotazione di serie che comprende:

Pacchetti di equipaggiamento/design

  • Pacchetto luci d’ambiente con profili a LED

Cerchi/pneumatici

  • Cerchi in lega d’alluminio a 10 razze a Y, grigio satinato, torniti a lucido
  • Bulloni antifurto

Luce

  • Proiettori a LED con gruppi ottici posteriori a LED
  • Sensore luci/pioggia

Specchietti

  • Specchietto interno schermabile automaticamente, senza cornice
  • Specchietti retrovisori esterni in nero (non per Nero Mythos)
  • Specchietti retrovisori esterni regolabili, riscaldabili, ripiegabili elettricamente e con funzione automatica di antiabbagliamento

Sistemi di chiusura

  • Chiave con telecomando con Safelock e avviamento Keyless-go
  • Antifurto
  • Sicura per bambini ad azionamento elettrico

Sistemi per il tetto e cristalli

  • Parabrezza in vetro insonorizzante

Ulteriori equipaggiamenti esterni

  • Griglia Singleframe con cornice nera e motivo a nido d’ape in nero opaco
  • Senza denominazione tecnologia
  • Paraurti con prese d’aria laterali dal look RS in nero, longarine sottoporta in nero lucido e diffusore RS posteriore con inserto in nero
  • Terminali di scarico cromati a sezione ovale, uno a sinistra e uno a destra
  • Spoiler posteriore in colore carrozzeria
  • Modanature finestrini in nero lucido

Sedili

  • Supporto lombare a 4 vie per i sedili anteriori, a regolazione elettrica in senso orizzontale e verticale
  • Sedili anteriori regolabili elettricamente
  • Rivestimento in mono.pur 550/microfibra Dinamica con punzonatura RS e design a rombi per sedili sportivi RS
  • Poggiabraccia centrale anteriore in similpelle
  • Schienale del sedile posteriore ribaltabile
  • Sedili anteriori sportivi RS con poggiatesta integrati e fianchetti dei sedili pronunciati per un maggiore sostegno laterale in curva
  • 3 poggiatesta posteriori regolabili manualmente

Inserti decorativi

  • Battitacchi alle portiere con inserto in alluminio con logo RS 3 illuminato
  • Inserto alla plancia in carbonio Atlas, profili plancia e cruscotto con finitura grigio platino satinato

Cielo dell’abitacolo

  • Cielo vettura in tessuto nero

Volante ed elementi di comando

  • Sterzo progressivo
  • Volante multifunzione plus in pelle a 3 razze con bilancieri in alluminio appiattito nella parte inferiore

Climatizzazione

  • Climatizzatore automatico bizona

Ulteriori equipaggiamenti interni

  • Elementi in look alluminio per interni

Sistemi di fissaggio dei bagagli e sistemi portaoggetti

  • Pacchetto portaoggetti e vano bagagli

Infotainment

  • MMI radio plus
  • Ricezione radio digitale (DAB)
  • Interfaccia Bluetooth
  • Audi virtual cockpit plus con design RS da 12,3″
  • Audi sound system
  • Sistema di navigazione MMI plus con MMI touch
  • Chiamata di emergenza e assistenza Audi connect con Audi connect Remote & Control
  • Predisposizione ad Audi smartphone interface attivabile tramite Functions-on-Demand

Sistemi di assistenza

  • Assistente agli ostacoli con assistente alla svolta (turn assist)
  • Freno di stazionamento elettromeccanico con assistenza alla partenza
  • Sistema di ausilio al parcheggio plus con assistente al parcheggio
  • Regolatore e limitatore di velocità
  • Audi pre sense front
  • Lane departure warning

Tecnica e sicurezza

  • Freni anteriori e posteriori a disco con pinze verniciate in nero lucido e logo RS all’anteriore
  • Audi drive select per assetto di serie
  • Sospensioni sportive RS
  • Start&stop system per il recupero di energia
  • Kit riparazione pneumatici
  • Airbag anteriori integrati nello schienale, per la testa (proteggono i passeggeri anteriori e dei posti posteriori esterni in caso di collisioni laterali) e airbag centrale (riempie lo spazio tra i sedili anteriori per ridurre l’urto tra guidatore e passeggero in caso di impatto laterale)
  • Disattivazione airbag passeggero anteriore
  • i-Size per i sedili posteriori laterali
  • Indicatore perdita pressione pneumatici
  • Attrezzi di bordo
  • Kit primo soccorso e triangolo di emergenza, con due giubbottini di emergenza
title

Audi RS 3 Sportback: le novità in 5 punti

  • Nuovo pianale MQB EVO
  • Nuovo design
  • RS torque splitter
  • Motore con più coppia e con una potenza massima disponibile a un regime più basso
  • Impronta a terra più ampia (+ 3,3 cm all’avantreno, + 1 cm al retrotreno)
Scheda tecnica
Caratteristiche motoreturbo benzina, 5 cilindri in linea, 2.480 cc, 400 CV
Cambioautomatico (doppia frizione) a 7 rapporti
Trazioneintegrale
Dimensioni4,38/1,85/1,44 metri
Acc. 0-100 km/h3,8 secondi
Consumi10,5-11,1 km/l
Prezzo61.700 euro

Dove l’abbiamo guidata

Nel nostro primo contatto abbiamo avuto modo di guidare la nuova Audi RS 3 Sportback sulle mitiche strade della Targa Florio in Sicilia e più precisamente sul Medio circuito delle Madonie, quello utilizzato nella leggendaria corsa automobilistica tra il 1919 e il 1930 che passa da Polizzi GenerosaScillato. Un percorso molto impegnativo caratterizzato da un asfalto decisamente irregolare reso oltretutto viscido dalla pioggia caduta nei giorni precedenti al test.

NON TUTTI SANNO CHE – L’edizione 1961 della Targa Florio – vinta dal tedesco Wolfgang von Trips e dal belga Olivier Gendebien al volante di una Ferrari 246 SP – è entrata nella storia dell’automobilismo in quanto primo successo di sempre di un’auto del Cavallino a motore posteriore/centrale. Una soluzione tecnica fino a poco tempo prima osteggiata da Enzo Ferrari: sua la celebre frase “Non si mette il carro davanti ai buoi”.

Dove vorremmo guidarla

Avremmo voluto mettere alla prova l’Audi RS 3 Sportback anche in pista o su strade più curate. La modalità di guida RS Performance prevede in abbinamento alle sospensioni adattive anche un setup” soft” per l’assetto dedicato a circuiti con fondi irregolari (come il vecchio Nürburgring) ma le Madonie sono molto più infide.

Le concorrenti

BMW M135i Per chi vuole una compatta sportiva a trazione integrale meno cattiva della RS 3 Sportback (94 CV in meno) ma anche meno costosa: si risparmiano oltre 11.000 euro.
Mercedes A 45S AMG L'unica vera rivale della RS 3 Sportback è più potente (421 CV) e più costosa ma leggermente meno scattante. Quattro cilindri anziché 5 e, come la concorrente di Ingolstadt, la modalità drift.
Renault Mégane R.S. Trophy Per chi vuole una compatta sportiva e non ha bisogno delle quattro ruote motrici: una delle auto a trazione anteriore più coinvolgenti in commercio.
Volkswagen Golf R Il pianale è lo stesso dell'Audi RS3, la trazione è integrale e c'è il "drift mode" ma il motore - a 4 cilindri - ha solo 320 CV.